Impressioni di settembre - Marlene Kuntz



Riprendiamo la rassegna musicale parlando dei Marlene Kuntz, uno dei miei gruppi preferiti.
Ascoltando i loro vari album è evidente una loro totale metamorfosi: siamo passati dalle suonate dure di Catartica e del Vile a quelle poetiche degli ultimi album, dove più di qualche volta per altro hanno re-interpretato successi della musica d'autore italiana. Ascoltando bene i primissimi album però si notano già le spore di un tale cambiamento: canzoni come "nuotando nell'aria", "E non cessa di girare la mia testa in mezzo al mare", e diverse altre hanno un ritmo molto differente e più simile a quello attuale.

La critica che viene spesso fatta al gruppo è di riunire nei testi parole difficili e desuete, pretendendo di fare poesia così. Ma se ci si ferma un attimo, ne coglierete senz'altro la poesia. Altro che .. "fingendo la poesia".

Ecco qui la cover dei PFM intitolata: Sensazioni di settembre



Il messaggio: MUSA ISPIRAMI!

Pubblica questo articolo Post<li> - OKNO


Nessun commento:

Posta un commento